Brexit: quali saranno le conseguenze per le città italiane

brexit

Brexit conseguenze: l’impatto sulle città italiane

Quali saranno le conseguenze della Brexit per l’economia italiana? Quali i centri che ne risentiranno di più? Le partecipazioni inglesi nel nostro Paese sono concentrate principalmente a Milano, Roma e Genova. In particolare ad essere più esposto alle conseguenze della Brexit è il capoluogo lombardo.

Milano è infatti destinataria della fetta più grossa delle partecipazioni inglesi. Qui i capitali di Londra generano il 43% dei ricavi fatturati in Italia. Aggiungendovi anche quelli della zona Bergamasca e della Brianza, nel complesso la Lombardia è beneficiaria della metà di tutti i ricavi ottenuti dagli investimenti inglesi.

In altre parole, se a causa di qualche complicazione burocratica o legale la capacità di Londra di fare investimenti all’estero dovesse ridursi, l’economia lombarda sarebbe quella che ne risentirebbe maggiormente.

In Italia le partecipate inglesi assicurano un fatturato annuo pari a 29 miliardi di euro. Nel nostro Paese ci sono 9.367 imprese a partecipazione straniera, di cui il 23% (circa 2.150 imprese) su a capitale inglese.

Brexit Italia: le città più a rischio in caso di complicazioni burocratiche

Dopo Milano, nella lista delle città più colpite dalla Brexit c’è Roma che beneficia degli investimenti inglesi in misura pari al 17,7% e ospita circa 340 imprese, per la maggior parte real estate e costruzioni. Al terzo posto troviamo Genova, sede di più di 344 aziende partecipate, per lo più uffici.

Tra le città italiane che usufruiscono degli investimenti inglesi figura anche Chieti, che nonostante ospiti solo 7 imprese a partecipazione inglese, si guadagna il sesto posto tra le provincie italiane per ricavi generati grazie ai capitali d’investimento della Gran Bretagna. La città vanta infatti un totale di 750 milioni di entrate all’anno.

In questa classifica, anche Verona e Siena occupano posizioni rilevanti. Verona ospita 42 imprese partecipate che generano un fatturato annuo di oltre un miliardo di euro. Siena invece si attesta come la provincia toscana con la più alta presenza di capitali inglesi.

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Dove Investire nel 2017? Suggerimenti e Consigli Utili Come fare investimenti sicuri con i risparmi senza correre rischi? Qual è il migliore investimento oggi ? Quali sono le migliori azioni del 2017? Dove Investire nel 2017? Cosa è meglio acquistare? ETF, Fondi Comuni di investimento o un altro tipo di strumento finanziario? Le domande potrebbero co...
Dove investire oggi: ecco come far fruttare i propri risparmi Dove investire oggi? Questa domanda è molto frequente tra chi progetta di far fruttare i propri risparmi anche per fronteggiare momenti di crisi. Dove investire: le soluzioni migliori Conoscere gli strumenti finanziari basilari è fondamentale se si ha intenzione di scegliere bene dove investire og...
Come proteggere i risparmi dalla crisi, la guida Con i crolli della Borsa di questi ultimi mesi è cresciuto il numero di persone che si chiedono come proteggere i risparmi, tutelandoli dall’incertezza del mercato azionario e dall’innalzamento dei tassi Proteggere i risparmi: ecco perché oggi è necessario Oggi è particolarmente importante capire ...
Investimenti Sicuri e Redditizi 2017: gli italiani puntano su fondi e polizze vita Se una volta nelle case degli italiani si parlava molto di BOT, Buoni Ordinari del Tesoro, CCT, Certificati di Credito del Tesoro o di BFP, Buoni Fruttiferi Postali, gli strumenti finanziari più in voga, oggi questi sono stati (parzialmente) soppiantati da prodotti un po' più rischiosi ma dai rendim...
Come investire 1000 euro senza correre rischi Oggi è fondamentale documentarsi su come effettuare investimenti sicuri, anche quando riguardano piccole cifre. Chiedersi come investire 1000 euro è importante, dal momento che dalla gestione oculata di queste piccole somme può dipendere la sostenibilità di un progetto finanziario. Come investire 1...
PIR, Piani Individuali di Risparmio: cosa sono, come funzionano e quali sono i costi I PIR, piani individuali di risparmio sono stati introdotti dall'ultima Legge di Bilancio e hanno l'obiettivo di diffondere e veicolare risorse verso le piccole e medie imprese italiane. Rivolti soprattutto ai piccoli investitori, si configurano come strumenti di medio e lungo termine. PIR, cosa so...
Investire in Diamanti nel 2017: guadagnare mettendo al sicuro i propri capitali Attualmente investire in diamanti non è una speculazione rischiosa bensì è un' opportunità certa di mantenere immutato il proprio capitale, mettendolo al sicuro da inflazioni e da rischiosi azzardi di borsa. I diamanti sono i beni rifugio che, pur non essendo considerati strumenti finanziari, non...