Investimenti immobiliari all’estero: dove conviene nel 2018

investimenti immobiliari

La ricerca di un investimento immobiliare all’estero può essere dettata da molteplici fattori. Tra le più comuni vi può essere il desiderio di avere una seconda casa per le vacanze. Oppure decidere di comprare una proprietà vantaggiosa per poi affittarla.

Anche il semplice desiderio di godersi la pensione in uno stato straniero che offre un bel clima e un tenore di vita dignitoso e accessibile. O in ultima ipotesi la voglia di cambiare completamente vita e trovarsi un lavoro all’estero.

Investire in proprietà immobiliari è da sempre considerato un investimento sicuro e vantaggioso, vista la solidità finanziaria del bene su cui si va a investire. Spiccano tra le mete più ambite all’estero la Spagna e la Gran Bretagna.

Molto ambite sono le due città più famose della Spagna, ossia Madrid e Barcellona. Le quotazioni per le zone di pregio sono hanno molto valore (si parla di quotazioni che vanno dai 2500 ai 4000 euro al metro quadro per la capitale e dai 1800 ai 3800 euro per Barcellona).

Il fenomeno dei pensionati che compra casa all’estero è in forte aumento. In molti hanno trovato vantaggioso e conveniente investire all’estero per andare a godersi la pensione. In particolare, Canarie e Baleari risultano tra le mete più richieste.

Restando sul tema, la tendenza di andare all’estero è dovuta soprattutto alla volontà di godersi la vita in un posto dal clima e dal paesaggio gradevole. Un costo della vita che non va a gravare eccessivamente sul bilancio personale e molto importante un sistema sanitario efficace.

Un altro fattore che guida le scelte di chi vuole andare a investire all’estero è la facilità della lingua parlata. Anche per questo le isole spagnole sono molto gettonate. Allo stesso modo nel vicino Portogallo la tendenza è notevole.

Basti pensare che a Lisbona il costo di un monolocale in ottime condizioni lo si può acquistare a 100.000 euro. Una situazione che ne ha fatto tra le capitali più ambite d’Europa. Così come Baleari e Canarie, qui invece è una regione meridionale a suscitare grandi investimenti dagli over 60.

L’Algarve si affaccia sulla costa sud dell’Atlantico. Il paesaggio, il clima, le spiagge e soprattutto il costo della vita ne fanno un punto di riferimento per i desideri dei pensionati. La Grecia risulta conveniente ma non offre garanzie di qualità sul bene e sul tenore di vita.

Le località più belle e valide restano Mykonos e Santorini, ma lo standard per un investimento richiede costi notevoli. Infine, è il momento di investire in Albania, stato in segno positivo di ripresa e la Croazia, meta ormai riconosciuta dagli italiani come bella e conveniente.