Investimenti immateriali: a chi si rivolgono e come funzionano

Investimenti immateriali

Cosa sono gli investimenti immateriali

La tassonomia economica distingue tra molte categorie di beni. Interessanti, per impatto sul bilancio aziendale e per le conseguenze dal punto di vista simbolico, sono i beni immateriali. Alcune volte trascurati, altre volte sopravvalutati, rappresentano una parte importante degli investimenti di un’azienda. Ma cosa sono precisamente gli investimenti immateriali?

Come possono essere sfruttati al meglio? Le risposte possono essere trovate in qualsiasi manuale di economia eppure la percezione dei manager è spesso compromessa da alcuni pregiudizi.

Cos’è un bene immateriale

Un bene immateriale è un bene che non può essere esperito con i sensi. Non si vede, non si tocca, non si ascolta e così via. Eppure, nonostante questa immaterialità, ha un impatto sul fatturato, a breve o a lungo termine. Una definizione, questa, che può generare perplessità e confusione. È sufficiente però fare qualche esempio per inquadrare l’esatto significato di bene immateriale.

A questa categoria possono essere ascritti i diritti d’autore, i diritti di sfruttamento (il celebre copyright), ma anche i brevetti, i progetti di ricerca e in generale il know-how. Tutti elementi che non c’entrano nulla con i cinque sensi, che non possono essere esperiti, che non hanno una loro consistenza materiale ma che possono rendere moltissimo.

I beni di questo tipo, e quindi gli investimenti immateriali, possono essere protagonisti del successo aziendale. Anzi, alcune imprese producono e investono solo su beni immateriali. Pensiamo solo alle realtà, spesso startup, che puntano alla condivisione delle conoscenze, che distribuiscono informazioni etc. Il loro patrimonio è intangibile, ma non per questo meno ricco di un’azienda che produce beni che possono essere consumati tradizionalmente.

Beni immateriale: la questione del valore

Per alcune aziende, gli investimenti immateriali rappresentano un salto nel buio, una mossa azzardata, poco conforme allo spirito aziendale. Il riferimento è ai produttori di beni, che basano la propria fortuna su elementi tangibili e materiali. Eppure, gli investimenti immateriali possono giocare un ruolo di primo piano anche in questi casi.

Si segnalano tuttavia alcune “controindicazioni”. I beni di questo tipo, infatti, vanno gestiti con perizia, prendendo in considerazione tutte le differenze – spesso di approccio – con i classici beni materiali. Un segno di discontinuità è caratterizzato dal ritorno dell’investimento.

Se produciamo un oggetto, le stime sul profitto possono avere un margine di errore più o meno ampio, ma sono semplici da realizzare. Se produciamo un’idea, acquistiamo un diritto d’autore, depositiamo un brevetto etc., i tempi e i modi con cui l’investimento ritornerà sono molto più ambigui e difficili da astrarre.

Anche perché nella maggior parte dei casi, il profitto giunge nel lungo periodo, non è affatto immediato. Da questo punto di vista, è importante studiare i casi studio che hanno punti in comune con il nostro investimento, in modo da produrre stime il meno possibile approssimative.

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Investimenti Sicuri all’Estero: Cosa investire in Brasile? Nel mondo della finanza non si può parlare effettivamente di investimenti sicuri, perché l'economia a differenza della matematica, o della fisica, non è una scienza esatta e si possono fare solo statistiche e previsioni. Una cosa però si può sicuramente dire, e cioè che all'estero si possono trovare...
Guida agli Investimenti non Pignorabili: Quali sono? Che cos'è il pignoramento? Il pignoramento rappresenta la fase iniziale dell'atto di espropriazione forzata dei beni di un debitore da parte del creditore. In poche parole nel caso in cui il debitore risulti insolvente il creditore può scegliere di adire le vie legali per ottenere la forma di denar...
Investimenti pubblicitari: credito di imposta. Incentivi e bonus fiscali Con la manovra correttiva 2017 del Governo, è stato possibile introdurre un’agevolazione fiscale per gli investimenti pubblicitari, vantaggiosa per imprese e professionisti. E' rivolta a coloro che investono in campagne pubblicitarie su media e mezzi di comunicazione come quotidiani, periodici, r...
Investire sicuro in banca al tempo della brexit Investire in banca: consigli generali L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea ha aperto scenari francamenti allarmanti, dominati dalla paura e soggetti alla più classica delle speculazioni finanziarie. In un panorama così incerto, quali speranze ha il piccolo risparmiatore di uscirne indenne? ...
Investimenti seed cosa sono e a chi si rivolgono Seed capital: di cosa stiamo parlando Sono ancora poco diffusi in Europa, quasi per nulla in Italia, ma negli Stati Uniti sono una realtà consolidata. Gli investimenti seed rappresentano un unicum nel panorama dei finanziamenti, sia dal punto di vista del meccanismo che da quello riguardante gli ob...
Investire in borsa: tutti i consigli per non sbagliare Sono sempre di più le persone che vogliono documentarsi su come investire in borsa. In periodi d’incertezza risulta particolarmente utile fare attenzione all’andamento delle azioni e far fruttare i propri risparmi. Come investire in borsa: guida per i principianti Quando si tratta d’imparare come ...
Come investire 10000 euro? Per i grandi investitori 10000 euro possono sembrare una somma irrisoria, tuttavia è necessario diversificare i vari tipi di investimenti così, nel caso di errori o di valutazioni sbagliate non si rischierà di perdere tutto il denaro. Prima di capire dove e come investire 10000 euro, è necessario de...