Investimenti lordi e netti: in che cosa consistono

Investimenti lordi e netti

Differenze investimenti lordi e investimenti netti: la questione dell’obsolescenza

Quali sono le differenze tra investimenti lordi e netti? Gli investimenti rappresentano una risorsa imprescindibile per le imprese, che in questo modo possono aumentare i propri utili.

La questione è piuttosto complicata, anche perché intervengono numerosi fattori a decretarne l’esito e, in ultima istanza, il rendimento finale. Particolare attenzione va riposta alle differenze tra investimenti lordi e netti.

Queste riguardano alcuni elementi che vanno tenuti sotto costante monitoraggio, in quanto soggetti – seppur parzialmente – alle scelte dell’investitore.

Un investimento lordo certifica la crescita del valore di un bene, senza prendere in considerazione le variabili estrinseche e intrinseche. Un investimento netto incamera, di contro, i fattori che possono concretizzare un decremento del valore.

Nello specifico, l’investimento netto è la differenza tra la controparte lorda e l’obsolescenza, che viene quindi quantificata. L’obsolescenza può essere definita come la perdita di valore di un bene determinata non dal suo logoramento ma da condizioni esterne.

Il progresso tecnologico è il motivo di obsolescenza più frequente: un device può valere di meno a distanza di un anno anche se non è stato mai usato, proprio perché nel frattempo sono stati messi in commercio modelli più performanti.

L’obsolescenza è un elemento di fondamentale importanza nell’economia di un’impresa, e non solo perché concretizza la distanza tra investimenti lordi e netti. L’obsolescenza impatta sul conto economico, e quindi va quantificata e inserita in contabilità.

Investimenti netti, lordi e altre tipologie

Gli investimenti lordi e netti non sono gli unici investimenti che possono interessare da vicino un’azienda. Dal punto di vista tassonomico, infatti, vanno segnalati anche i gli investimenti in capitale fisso, i quali possono essere definiti anche strumentali.

Della categoria fanno parte i macchinari, le apparecchiature, le attrezzature, i fabbricati e così via. Sulla stessa lunghezza d’onda, gli investimenti in scorte, che comprendono le materie prime e i prodotti finiti o semilavorati importanti (o fondamentali) per il processo produttivo.

Altre forme di investimento, che però sono immateriali, sono quello in capitale umano, che comprende le spese per la formazione, l’aggiornamento del personale, i tirocini etc. Vanno segnalati anche gli investimenti intangibili, che comprendono le spese necessarie ad accrescere l’immagine e la reputazione aziendale.

Di tutt’altra natura gli investimenti in portafoglio, che riguardano quegli strumenti finanziari che possono produrre rendimenti a breve, medio e lungo termine, come le obbligazioni, i titoli di Stato, etc. Con il termine “investimento aziendale”, invece, si indica quel tipo di spesa necessario a sviluppare e portare a termine un progetto, nella previsione di un futuro utile. Da questo punto di vista, grande attenzione va riposa nella realizzazione delle stime.

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Dove Investire Oggi: perché non pensare agli investimenti di lusso? Stando al Knight Frank Luxury Investment Index gli investitori attualmente preferiscono impegnare il proprio denaro nei gioielli. Infatti si registra un +4% dei prezzi dei preziosi a scapito invece delle auto d'epoca, che scivolano al sesto posto con prezzi medi che registrano solo un +2%. Dove Inv...
Investimenti Sicuri all’Estero: Cosa investire in Brasile? Nel mondo della finanza non si può parlare effettivamente di investimenti sicuri, perché l'economia a differenza della matematica, o della fisica, non è una scienza esatta e si possono fare solo statistiche e previsioni. Una cosa però si può sicuramente dire, e cioè che all'estero si possono trovare...
Investimenti a basso rischio: i prodotti di Poste Italiane Investimenti basso rischio 2016: in pole anche Poste Italiane In un periodo di profonda incertezza come questo, peraltro dominato da politiche monetarie che deprimono i rendimenti, l’attenzione dei risparmiatori si è spostata nettamente sugli investimenti a basso rischio. La ricerca della sicurezza...
Come costruire un portafoglio titoli redditizio? Ecco le regole da seguire Portafoglio titoli: come crearne uno veramente valido nel 2017? Come costruire un portafoglio titoli redditizio? Una domanda che si pongono tantissimi investitori italiani alla ricerca di una soluzione per far fruttare i propri risparmi. Il modo migliore, e soprattutto più semplice, per creare un p...
Investire sicuro in banca al tempo della brexit Investire in banca: consigli generali L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea ha aperto scenari francamenti allarmanti, dominati dalla paura e soggetti alla più classica delle speculazioni finanziarie. In un panorama così incerto, quali speranze ha il piccolo risparmiatore di uscirne indenne? ...
Investire senza rischio capitale: tutte le opzioni Investire senza rischio capitale è oggi una scelta essenziale per una serenità finanziaria a lungo termine. Dopo la crisi del 2008 tutti gli equilibri economici precedenti hanno subito uno sconvolgimento, motivo per cui non è possibile fare affidamento totale sul mercato azionario. Investimenti pos...
Fondi Comuni di Investimento Immobiliari Scopri quali sono i migliori Fondi Comuni di Investimento Immobiliari in Italia! Crescita del capitale, capitale di rischio, la trasmissione, ritorno sugli investimenti, fondi di investimento, i fondi di finanziamento per l’innovazione. La molteplicità dei nomi crea confusione e non viene ridotto d...