Investire all’estero: le opzioni più convenienti

Conviene investire all’estero? La risposta non è scontata

L’Italia non è un paese per investitori. O almeno questa è l’impressione, a giudicare da una burocrazia troppo elefantiaca e da un carico fiscale molto pesante. Eppure, non è detto che investire all’estero rappresenti una soluzione migliore. Sono numerosi gli elementi da considerare. In linea di massima, le preoccupazioni riguardano la svalutazione. Dopotutto, il denaro, per chi vuole investire all’estero, va speso in euro. Eppure, con qualche accorgimento, è possibile far fruttare il capitale in modo veloce e moderatamente sicuro. Di seguito, una lista di consigli per investire all’estero.

  • Prendere in considerazione l’investimento lordista. Il meccanismo è semplice, si impegna il proprio capitale in conti, fondi etc. di paesi a bassa tassazione e con una legislazione molto “easy”, come il Lussemburgo e la Svizzera. Sia chiaro, il prelievo fiscale è “italiano” (altrimenti sarebbe illegale) ma è anche vero che la tassazione viene differita dal momento che gli stati esteri non possono fungere da sostituti d’imposta.

Dove investire all’estero: le normative straniere

  • Visitare la nazione ospitante. Investire in modo cieco, o studiando la situazione da lontano, è rischioso. Il consiglio è soggiornare per almeno tre mesi nel paese dove si intende investire, in modo da verificare la situazione economica e compiere una scelta più consapevole.
  • Studiare le obbligazioni estere Rand. In genere, “emigrare” per investire in obbligazione è considerato molto rischioso per via della svalutazione, in grado di erodere quasi completamente i rendimenti. La variante “Rand”, tuttavia, pone al riparo da questo rischio.
  • Studiare la legislazione. L’approccio normativo può essere molto diverso da un paese all’alto. E’ bene essere consapevoli delle differenze, in modo da evitare spiacevoli sorprese, anche qualora la situazione sembrasse nettamente più favorevole.
  • Considerare il Portogallo. I paesi che vengono in mente quando si parla di investire all’estero sono i classici Lussemburgo, Svizzera e – per il settore immobiliare – la Grecia. Eppure, sempre rimanendo in Europa, c’è un alto paese che offre garanzie in questo senso: il Portogallo. La tassazione è bassa ma non bassissima, ma in compenso la normativa per la creazione di una impresa è davvero semplificata, e lo stesso si può dire delle procedure.

Investire all’estero 2016: la questione del conto deposito

Vi è infine una possibilità a cui raramente gli investitori pensano: il conto deposito all’estero. E’ davvero conveniente? L’idea è quella di sfruttare un meccanismo sicuro come quello del conto deposito, ma di godere di rendimenti nettamente più alti. A destare preoccupazioni, però, è il problema di sempre: la svalutazione.

Il consiglio, dunque, è prendere in considerazione il conto deposito all’estero ma di scegliere paesi che non hanno una inflazione alta e che non tendono alla svalutazione competitiva. Tra questi spicca la Cina, che è pur sempre un mercato emergente, ma ha una politica monetaria strettamente controllata dal Governo.

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Banche online: come funzionano e perché sceglierle Banca online vs banca tradizionale Perché scegliere banche online? L’avvento delle tecnologie digitali ha rivoluzionato un po’ tutti gli aspetti del vivere comune, tra cui alcuni che in genere non eccellono per senso di innovazione o per temerarietà. Anche il sistema creditizio, infatti, si è ad...
Investimenti Sicuri a Breve Termine: come guadagnare soldi in poco tempo? La ricerca dei migliori investimenti sicuri a breve termine non si ferma mai. Infatti, anche se investire a breve termine per ottenere dei rendimenti alti sembra un controsenso, in realtà è possibile individuare alcune interessanti soluzioni. Vediamo insieme come guadagnare soldi in poco tempo. Inv...
Dove Investire nel 2017? Suggerimenti e Consigli Utili Come fare investimenti sicuri con i risparmi senza correre rischi? Qual è il migliore investimento oggi ? Quali sono le migliori azioni del 2017? Dove Investire nel 2017? Cosa è meglio acquistare? ETF, Fondi Comuni di investimento o un altro tipo di strumento finanziario? Le domande potrebbero co...
Dove investire oggi: ecco come far fruttare i propri risparmi Dove investire oggi? Questa domanda è molto frequente tra chi progetta di far fruttare i propri risparmi anche per fronteggiare momenti di crisi. Dove investire: le soluzioni migliori Conoscere gli strumenti finanziari basilari è fondamentale se si ha intenzione di scegliere bene dove investire og...
Investimenti Sicuri ING Direct 2017: Borsa Protetta Arancio ING Direct è la prima banca online italiana online, attiva in Italia dal 2001, e offre una tipologia di investimenti sicuri, che si configurano in modo diverso rispetto al profilo e al rischio e vengono quotidianamente controllati e modificati in base dell’andamento del mercato. Il marchio ING Di...
Come costruire un portafoglio titoli redditizio? Ecco le regole da seguire Portafoglio titoli: come crearne uno veramente valido nel 2017? Come costruire un portafoglio titoli redditizio? Una domanda che si pongono tantissimi investitori italiani alla ricerca di una soluzione per far fruttare i propri risparmi. Il modo migliore, e soprattutto più semplice, per creare un p...
Fondi Pensione 2017: cosa sono, come funzionano e le migliori offerte Il tema della pensione è sempre piuttosto caro e dibattuto dai cittadini. I quesiti che si pongono gli italiani sono molti: "quando andrò in pensione? Terminerò mai di lavorare? Una volta terminata la mia carriera lavorativa potrò godere di una pensione?" Visto che l'incertezza e l'instabilità re...