Sicav: cosa sono e opportunità di investimento

Risparmio gestito: il funzionamento

Le Sicav rappresentano un tipo di società sui generis, operanti nel settore del risparmio gestito. Hanno una particolarità: “esistono” solo per amministrare un fondo di investimento. Per questo motivo, uniche nel loro genere, al capitale sociale fanno corrispondere esattamente il capitale amministrato.

Se il principio di base è abbastanza semplice da capire, non si può dire lo stesso del funzionamento, che coinvolge una normativa stringente e la partecipazione di svariati professionisti. Non stupisce, dunque, che la Sicav siano “approdate” ufficialmente in Italia solo nel 1992, anno in cui il legislatore ha provveduto a regolamentarle. Nello specifico, espliciti riferimento alle Sicav sono contenute nel TUF, il Testo Unico della Finanza.

Questo tipo di società presentano numerose differente con le realtà del risparmio gestito, rispetto alle quali fanno un segnare una forte discontinuità per ciò che riguarda il ruolo, formale e sostanziale, dell’investitore. Questi, infatti, quando partecipa a una Sicav diventa socio della società gerente.

L’elemento che più caratterizza le Sicav, e che in un certo senso le allontana dall’alveo delle società di risparmio gestito, è la loro esclusiva presenza in borsa. Tutte le Sicav, infatti, devono essere necessariamente quotate.

Il valore della singola azione è determinato dalle modalità contenute nello statuto. Possono essere inoltre nominative o “al portatore”. Nel primo caso, danno diritto a un solo voto, a prescindere dalla numerosità del pacchetto che vanno a formare.

Affinché una Sicav possa dirsi tale, in riferimento al regolamento italiano (quindi al TUF), deve possedere alcune caratteristiche. In primo luogo, come già anticipato, devono essere una SPA, società per azioni.

Devono avere una sede legale e direzionale entro i confini italiani; devono avere un capitale sociale pari o superiore al limite minimo stabilito dalla Banca d’Italia. Infine, deve possedere i necessari requisiti di onorabilità e professionalità.

Quotazioni: i vantaggi del risparmio gestito

Nonostante permangano alcune differenze importanti, le Sicav fanno parte del panorama del risparmio gestito. Si tratta di un modo di una modalità di investimento molto redditizia, sebbene adatta ai grandi patrimoni (con le Sicav i patrimoni però possono essere anche piuttosto bassi). Consente, infatti, di ridurre i costi, prevede la partecipazioni di professionisti in grado di investire il denaro altrui, consentono una diversificazione piuttosto ampia a prescindere dal mercato di riferimento.

La gestione collettiva di tipo Sicav, inoltre, è molto aperta e flessibile. L’investitore può “ritirarsi” quando meglio crede, ottenere i legittimi rimborsi e cambiare totalmente volto al proprio investimento. Va detto, però, che alcune caratteristiche di flessibilità si trovano anche nei fondi di risparmio gestito classiche, purché appartenenti alla categoria “aperti”.

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Investire in Obbligazioni: come investire e guadagnare Le obbligazioni o bond sono titoli di debito emessi da una società o da un ente pubblico per finanziarsi. L'investitore  che acquista un'obbligazione compra una parte del debito della società o di uno Stato e ne diventa creditore. Al termine della scadenza prefissata, egli percepisce gli interess...
Investimenti socialmente responsabili: strategia sostenibile. Finanza e investimenti etici Cosa accade quando anche gli investimenti socialmente responsabili diventano realtà: vi è un processo decisionale più attento circa dove si stanno allocando le proprie risorse? Alcune delle scelte di base che il consumatore consapevole e informato mette in atto quotidianamente possono sembrare se...
Come investire 10000 euro? Per i grandi investitori 10000 euro possono sembrare una somma irrisoria, tuttavia è necessario diversificare i vari tipi di investimenti così, nel caso di errori o di valutazioni sbagliate non si rischierà di perdere tutto il denaro. Prima di capire dove e come investire 10000 euro, è necessario de...
Come investire 50.000 euro? Chi ha una certa somma messa da parte, ad esempio 50.000 euro, e vuole farla fruttare potrebbe decidere di lanciarsi nel mondo degli investimenti. Tuttavia investire 50.000 euro è una scelta considerevole, che va ponderata con cura. Infatti potrebbe trattarsi dei risparmi di una vita, di una vinc...
Banche Sicure: Classifica affidabilità a febbraio 2017 Al pari dei correntisti, le banche sono soggette a una valutazione di merito sulla loro solidità. Le recenti, costosissime débâcle patrimoniali di MPS, Popolare di Vicenza e Banca Etruria (per citarne solo alcune) devono fungere da monito: va bene preoccuparsi del proprio rating bancario, ma è altre...
Quali sono investimenti sicuri di ottobre 2016? Attualmente per investire i propri risparmi si devono fare molti calcoli e ponderare tutto, è un periodo dove si deve riuscire a trovare i migliori investimenti per evitare di soccombere per via dell'inflazione. Si deve provare ad avere il maggior numero di informazioni sull'andamento attuale e poi ...
Quali investimenti fare oggi: i consigli per evitare rischi Quali investimenti fare in questo momento: un discorso sugli asset Quali investimenti fare oggi? Il panorama finanziario è oggi quanto mai ricco di sfide e di pericoli. Le vecchie certezze, che per decenni hanno orientato i piccoli e grandi investitori, rischiano di crollare a causa di una crisi ec...