Conti deposito confronto tra le proposte più convenienti

Conti deposito confronto: le caratteristiche del prodotto finanziario

Uno dei problemi che il mercato degli investimenti sta affrontando in questo periodo è il calo dei rendimenti. Molto semplicemente, investire in prodotti finanziari non è remunerativo come una volta. Si tratta di un fenomeno ampiamente previsto: la BCE ha abbassato i tassi di riferimento per stimolare l’economia, e questo ha provocato un effetto domino che ha coinvolto (proprio come suggerisce la dottrina economica) buona parte del mercato degli investimenti.

L’esigenza di produrre rendimenti di un certo livello, ha spinto gli istituti a cercare soluzioni alternative. Tra queste abbiamo i conti deposito.

Per conto deposito si intende una specie di conto che possiede vincoli più stringenti per quanto riguarda l’operatività, ma che offre un rendimento maggiore. In estrema sintesi, chi sottoscrive un conto deposito può compiere solo un numero ristretto di azioni: versamenti e prelievi da e verso il conto di appoggio e il vincolo delle somme per un determinato periodo.

In que

Questo vincolo, sia chiaro, può essere più o meno stringente. In base al grado del vincolo, il conto deposito viene definito vincolato o liberto. Nel primo caso, il sottoscrivente non ha alcun accesso al denaro fino al termine del periodo stabilito (che comunque non supera generalmente i tre anni). Nel secondo caso, ha una disponibilità come minimo periodica (es. può accedervi ogni tre mesi, ogni sei etc.).

Conto deposito: i migliori del 2018

Con il confronto conti deposito potete scovare quali siano le offerte migliori? Poniamo in essere un aspirante correntista che intenda depositare 10.000 euro per 24 mesi.

  • Banca IFIS. Il guadagno netto è di 591,80 euro. Il tasso effettivo è dell’1,49%. Il prodotto è vincolato (almeno per 731 giorni).
  • Banca Marche. Il guadagno netto è di 586 euro. Il tasso effettivo è dell’1,45%. Il prodotto è vincolato (anche in questo caso per 731 giorni).
  • IBL Banca. Il guadagno netto è di 512,81 euro. Il tasso effettivo è dell’1,27%. Anche questo prodotto è vincolato, e lo è per 731 giorni.

Come si può vedere, le prime tre offerte – che comunque non sono avanzate da banche di primo piano – sono tutte vincolate. Ciò non deve stupire, dal momento che il rendimento e il tasso di vincolo possono essere considerati direttamente proporzionali.

Dopotutto, ciò che distingue un conto deposito da un conto corrente normale, è proprio il vincolo. Sia chiaro, anche le banche più importanti propongono i conti deposito confronto, ma evidentemente le loro offerte non sono poi così vantaggiose.

Per maggiori informazioni: https://www.ilmigliorcontodeposito.com/

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Investimenti Sicuri. I migliori investimenti bancari, in titoli e azioni Investimenti sicuri Trattando un tema così delicato come quello degli investimenti sicuri vorremmo subito pensare alla quadratura del cerchio, cosa impossibile a realizzare. È anche vero però che lasciare un importante capitale, anche se non elevato, fermo su un conto corrente bancario senza la cer...
Il Conto Corrente di Deposito, un investimento garantito I Conti Correnti di Deposito sono, al momento, l’investimento più sicuro disponibile sul mercato che presenta un tasso di interesse ragionevole che può arrivare al 2,50/3%. La comodità di gestire il conto direttamente online senza recarsi in banca lo rende molto flessibile e permette di “ritaglia...
Risparmi al sicuro: ecco perché aprire un conto deposito Mettere i propri risparmi al sicuro è oggi fondamentale. Per quale motivo? Perché la crisi internazionale ha messo in discussione molti equilibri, così come la solidità e l’equilibrio del sistema azionario. Alla luce di questi aspetti è consigliabile aprire un conto deposito. Risparmi al sicuro 201...
Conti deposito sicuri 2015: come funzionano e quali sono i prodotti migliori? Conti deposito: le differenze tra i liberi e i vincolati Uno degli strumenti di investimento in rapisca ascesa in questo periodo è il conto deposito. Il motivo della sua diffusione è da ricondurre a due fenomeni: da un lato, il calo dei rendimenti, causato dal nuovo corso di politica monetaria deci...
Investire nei Conti Deposito 2017: limiti, rischi e novità Novità in arrivo per il 2018 grazie alle norme che rientrano nel MiFid II che andranno a modificare i conti deposito, rivendicano i temi della trasparenza e della riduzione dei costi. Infatti sono proprio questi due aspetti che hanno determinato l'evoluzione in negativo dei prodotti finanziari, ...
Come investire soldi: consigli e strategie vincenti Gli investimenti possono essere divisi in due grandi categorie: finanziari, di cui ci occuperemo profusamente nel corso dell'articolo; in attività di impresa, dedicati all'esercizio appunto di un'attività, in cui il reddito può essere classificato come reddito da lavoro. Prima di vede...
Piccoli investimenti redditizi: i consigli migliori Oggi è fondamentale avere le idee chiare su come investire il proprio denaro in ambiti differenti da quello azionario. Gestire piccoli investimenti redditizi può rappresentare una soluzione valida al proposito, dal momento che non sempre è necessario avere a disposizione capitali consistenti per far...