Obbligazioni subordinate rischi e tipologie

Obbligazioni subordinate

Obbligazioni subordinate rischi: quali sono

Compiere l’investimento più sicuro con il massimo rendimento è lo scenario ideale per il risparmiatore. Spesso però le due variabili hanno un andamento inversamente proporzionale: al crescere dell’una è contrapposto il ridursi dell’altra. Un buon compromesso è costituito dalle obbligazioni subordinate, ma che caratteristiche hanno questi prodotti finanziari e a quali rischi espongono il cliente?

Anzitutto dobbiamo chiarire cosa intendiamo per “obbligazioni subordinate”: sono titoli rimborsati, nell’eventualità di liquidazione o fallimento del soggetto erogatore, in un secondo tempo rispetto alla restituzione riservata ai cosiddetti creditori ordinari.

Date queste caratteristiche, le obbligazioni subordinate presentano maggiori rischi se confrontate con quelle ordinarie. Ciò assicura però un rendimento più elevato.

Vi sono diverse tipologie di obbligazioni subordinate, che si differenziano per il livello di rischio. In generale rappresentano una soluzione da impiegare al posto del collocamento di azioni.

Obbligazioni subordinate Tier 2 e le altre tipologie

Veniamo quindi alle tipologie di obbligazioni subordinate:

  • Obbligazioni Tier I: nell’eventualità di liquidazione forniscono ai titolari una condizione di priorità rispetto a quanti dispongono di azioni ordinarie e di risparmio. Risultano comunque in uno stato di subordinazione se confrontate con gli altri crediti. Sono il prodotto, nell’ambito delle obbligazioni subordinate, con il maggior livello di rischio (può verificarsi la cancellazione della cedola).
  • Obbligazioni Upper Tier II: prevedono un tasso di rischio più basso rispetto alle Tier I. È applicata una durata minima di dieci anni. Qualora si determinino tendenze negative, non è contemplata la cancellazione delle cedole. Queste possono comunque essere sospese e saranno pagate a seguito del primo anno di utile. Le Upper Tier II hanno un carattere di priorità se confrate con le azioni e le Tier I.
  • Obbligazioni Lower Tier II: è applicata una durata solitamente pari a dieci anni (durata minima 5 anni). Tra i vantaggi abbiamo il blocco delle cedole esclusivamente nell’eventualità in cui si verifichi un grave caso di insolvenza. Si può determinare il rimborso anticipato, ma solo per volontà dell’ente che ha prodotto l’emissione del titolo, e a condizione che la Banca d’Italia conceda l’autorizzazione.
  • Obbligazioni Tier III: offrono le maggiori tutele per il cliente, proprio come accade per le Lower Tier II. Prevedono una durata piuttosto contenuta, corrispondente, solitamente a un periodo compreso tra i due e quattro anni. Il rendimento è simile a quello delle lower Tier II.

Oltre a considerare il livello di rischio delle obbligazioni subordinate in relazione alla tipologia, deve essere valutato con attenzione l’ente emittente. Queste due variabili interagiscono tra loro e portano alla definizione del rischio globale del prodotto.

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Le banche italiane più sicure: la classifica 2016 La fine del mese di gennaio 2016 ha visto una vera e propria tempesta sui mercati, con un -22% per l’indice Ftse Italia. Nonostante questa situazione grave è stato possibile parlare di una solidità generale degli istituti di credito italiani. Istituti di credito italiani: ecco cosa dice l’indagine ...
Obbligazioni convertibili in azioni Obbligazioni convertibili definizione: cosa sono e come funzionano Le obbligazioni convertibili sono bond che possono essere convertiti in azioni, in base a un prezzo e a un rapporto di cambio prestabiliti. Elemento che caratterizza questa particolare tipologia di obbligazioni è la clausola di conv...
Investimenti Sicuri. I migliori investimenti bancari, in titoli e azioni Investimenti sicuri Trattando un tema così delicato come quello degli investimenti sicuri vorremmo subito pensare alla quadratura del cerchio, cosa impossibile a realizzare. È anche vero però che lasciare un importante capitale, anche se non elevato, fermo su un conto corrente bancario senza la cer...
Obbligazioni Poste Italiane: ecco cosa c’è da sapere Le obbligazioni poste sono titoli di credito che consentono di muoversi diversificando i propri investimenti ed evitando molti dei rischi legati alle azioni. Per investire in obbligazioni è però necessario informarsi con attenzione e valutare la sicurezza dei titoli acquistati. Ecco che cosa c’è da ...
Investimenti sicuri a breve termine: le opzioni più vantaggiose Trovare investimenti sicuri a breve termine è l’obiettivo di tantissimi risparmiatori, soprattutto in questi anni di crisi in cui le opzioni d’investimento sono tante e spesso difficili da analizzare se non si hanno le competenze tecniche giuste. Investimenti sicuri e redditizi a breve termine: da ...
Investimenti postali 2016: tutte le soluzioni Investimenti postali sicuri Negli ultimi anni a causa della grave crisi economica del nostro Paese sono sempre più diminuiti i risparmiatori che si affidano a strumenti finanziari per investire i propri risparmi, diversi però sono gli investimenti postali 2016 che permetterebbero di investire il de...
Come investire 50000 euro? Le soluzioni più convenienti Investire i propri risparmi e cercare nello stesso tempo di tutelarli è un’esigenza sempre più diffusa anche grazie alla crisi, che ha reso le varie forme d’investimento dei punti di riferimento fondamentali per i risparmiatori. Come investire 50000 euro? Per trovare una risposta a questa domanda è ...