Banche Sicure: Classifica affidabilità a febbraio 2017

brexit

Al pari dei correntisti, le banche sono soggette a una valutazione di merito sulla loro solidità. Le recenti, costosissime débâcle patrimoniali di MPS, Popolare di Vicenza e Banca Etruria (per citarne solo alcune) devono fungere da monito: va bene preoccuparsi del proprio rating bancario, ma è altrettanto doveroso informarsi su quali sono le banche sicure e, più in specifico, sull’affidabilità dell’istituto con il quale si intrattengono rapporti di credito.

 

A parte gli stress test imposti dalla BCE, che valgono più come voto in condotta che di merito, gli indici che misurano il grado di solidità di una banca sono essenzialmente due: il CET 1 RATIO (Common Equity Tier 1 Ratio) e il TCR (Total Capital Ratio). Tra i due indicatori, il più rappresentativo è il primo, che rapporta il suo capitale proprio disponibile per la copertura del rischio con il totale delle attività ponderate della banca.

 

Le attività si definiscono ”ponderate” in base all’indice di volatilità (rischiosità) delle stesse: in altri termini, più la banca si espone con investimenti poco sicuri, più deve poter disporre di capitale per far fronte alle perdite che detti investimenti possono comportare. La BCE ha fissato come soglia limite del CET 1 RATIO l’8%: questo significa che un istituto di credito è tanto più affidabile quanto più il suo Common Equity Ratio è al di sopra di detto limite minimo. Tali indicatori vengono riportati, periodicamente, sulla stampa specializzata in materie economiche e finanziarie e su internet.

 

E’ buona regola, quindi, conoscere la misura del suddetto indicatore riferito all’istituto presso il quale si ha il proprio conto corrente perché, al di là dei vari discorsi su stress test e Bail In, basta anche un solo passo falso della banca per entrare nel circuito dei soggetti sottoposti a prelievo forzoso. Ricordiamoci che in Italia le banche non possono fallire, ma i correntisti sì. Detto questo, in base alle misurazioni riferibili al mese di febbraio 2017, gli istituti con un migliore CET 1 RATIO sono: Mediolanum, Credem e Banca Intesa.

 

Dopo il ”podio” degli istituti virtuosi, spiccano per solidità Ubi Banca, Banco Popolare, Mediobanca e si mantengono vicino alla ”soglia di tolleranza” anche Bnl e Credito Valtellinese. Viceversa, le bad bank italiane sono: Monte dei Paschi di Siena, Banca Popolare di Vicenza, Carige, Banca Etruria, CariChieti, CariFerrara e Banca delle Marche.

 

Un’ultima precisazione: pur fissando il CET 1 RATIO minimo all’8%, la BCE ha diffuso delle note in cui si considera a ”rischio” anche l’istituto con un indicatore inferiore al 9%. Nelle stesse indicazioni di lettura degli indicatori, la Banca Centrale ha individuato come poco virtuosi gli istituti che hanno un capitale investito superiore a 12,5 volte il valore del patrimonio netto.

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Investimenti Sicuri e Redditizi 2019: gli italiani puntano su fondi e polizze vita Se una volta nelle case degli italiani si parlava molto di BOT, Buoni Ordinari del Tesoro, CCT, Certificati di Credito del Tesoro o di BFP, Buoni Fruttiferi Postali, gli strumenti finanziari più in voga, oggi questi sono stati (parzialmente) soppiantati da prodotti un po' più rischiosi ma dai rendim...
Investire i risparmi in sicurezza: i 10 consigli da seguire Investire i risparmi: la sicurezza al primo posto Le ultime vicende su Banca Etruria e altri istituti regionali hanno gettato nell’incertezza i contribuenti. Investire i risparmi in sicurezza è diventato l’imperativo dominante, a prescindere dal rendimento. D’altronde perdere il capitale è peggio c...
Bond nazionali: quali sono i migliori su cui investire? Quando si tratta di dover effettuare investimenti in denaro, chiunque cerca di fare affidamento su informazioni sicure in maniera tale da avere la possibilità di avere un ritorno economico garantito. Fortuna vuole che, al di là delle classiche consulenze offerte e proposte dagli istituti bancari ...
Investimenti Sicuri all’Estero: Cosa investire in Brasile? Nel mondo della finanza non si può parlare effettivamente di investimenti sicuri, perché l'economia a differenza della matematica, o della fisica, non è una scienza esatta e si possono fare solo statistiche e previsioni. Una cosa però si può sicuramente dire, e cioè che all'estero si possono trovare...
Quali investimenti fare oggi: i consigli per evitare rischi Quali investimenti fare in questo momento: un discorso sugli asset Quali investimenti fare oggi? Il panorama finanziario è oggi quanto mai ricco di sfide e di pericoli. Le vecchie certezze, che per decenni hanno orientato i piccoli e grandi investitori, rischiano di crollare a causa di una crisi ec...
Come investire 1000 euro: i consigli da seguire Oggi è ancora più importante prestare attenzione alla ricchezza delle soluzioni d’investimento. Anche chiedersi come investire 1000 euro non è cosa da sottovalutare, dal momento che con cifre piccole è possibile prendere confidenza più facilmente con i principali strumenti finanziari. Investire in ...
Investimenti Sicuri ING Direct 2019: Borsa Protetta Arancio ING Direct è la prima banca online italiana online, attiva in Italia dal 2001, e offre una tipologia di investimenti sicuri, che si configurano in modo diverso rispetto al profilo e al rischio e vengono quotidianamente controllati e modificati in base dell’andamento del mercato. Il marchio ING Dire...