Business agricoli: la guida per capirne il successo

business agricoli

La crisi di questi anni ha ribaltato totalmente gli equilibri economici, portando in primo piano la redditività dei business agricoli, sempre più apprezzati dai giovani under 35 che si affacciano al mondo del lavoro.

Il settore agricoltura: diamo qualche numero

Definire i business agricoli una novità non è propriamente esatto. Molti parlano di un ‘ritorno alla terra e lo fanno a ragione, dal momento che la crisi ha portato in primo piano la necessità di rivalutare alternative diverse rispetto al lavoro dipendente da ufficio, alcune delle quali hanno fatto parte in maniera importante del nostro passato.

Per dare qualche numero preciso in merito alla tendenza in questione è possibile ricordare che sono cresciute tantissimo le iscrizioni alla facoltà di agraria e che, dopo la laurea, il 46% di chi esce trova un lavoro entro un anno.

Agricoltura: ecco perché è un ottimo momento per avviare un business

Il momento per i business agricoli non è mai stato più favorevole. Per quale motivo? Perché stiamo vivendo i primi risultati di un cambiamento radicale dell’agricoltura in Italia. Il settore, da circa 15 anni a questa parte, è passato dall’essere legato a filo doppio alla sussistenza all’aprirsi alle innovazioni, coinvolgendo altri mercati, come per esempio quello della bioedilizia e della cosmetica.

Business in agricoltura: cosa scegliere?

Quali sono i settori che è bene tenere d’occhio quando si parla di business agricoli? Il biologico è senza dubbio un ambito che ha vissuto e sta vivendo una crescita molto interessante, che ha fatto registrare un +8,8% nell’ultimo anno (ricordiamo che, non a caso, il nostro Paese è leader europeo nella produzione di soluzioni alimentari bio).

I business agricoli implicano però anche lungimiranza e intuizione, doti fondamentali per cogliere opportunità di crescita aziendali particolari, come per esempio quelle nel settore della riduzione e della trasformazione dei rifiuti alimentari.

Come avviare un business nel settore agricolo?

L’ultimo nodo da considerare in merito ai business agricoli riguarda la modalità di avvio. Prima di tutto è fondamentale sottolineare l’importanza della formazione, necessaria per poter conseguire la qualifica di imprenditore agricolo. A tal proposito il riferimento principale è costituito dai corsi organizzati da Coldiretti in giro per l’Italia, percorsi formativi che hanno una durata di 100 ore.

Dopo aver completato questo iter è possibile aprire la Partita Iva, iscriversi al Registro delle Imprese nella sezione speciale Agricoltura e dichiarare il tutto all’Inps. A questo punto entra in gioco un aspetto fondamentale, ossia il reperimento dei fondi necessari per l’acquisto di un terreno.

In questo caso, se si ha intenzione di accedere alla terra in maniera agevolata, è possibile fare riferimento ai bandi regionali, che mettono periodicamente a disposizione dei finanziamenti dedicati ai giovani under 35 che vogliono avviare imprese agricole (è bene ricordare che per partire è necessaria una somma di circa 50.000€).

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Investire in oro e diamanti conviene nel 2016? Negli ultimi anni, a causa della crisi e dell’incertezza del sistema bancario, è cresciuta l’esigenza di investire in prodotto alternativi rispetto a quelli finanziari. A tal proposito è utile dare qualche indicazione su come investire in diamanti e oro . Fra l'altro per il 2017 abbiamo appena ri...
Come investire sull’acqua e perché scegliere il settore idrico Come investire sull'acqua: ETF e fondi Come investire sull'acqua è una questione centrale per chi vede questa preziosa materia prima come una risorsa destinata inevitabilmente ad apprezzarsi nel tempo. Del resto l’acqua è un bene essenziale per numerose attività produttive. Gli investimenti in ques...
Investire in diamanti conviene? Perché farlo nel 2017 Investire in diamanti: cose devi sapere Forse ancora più dell’oro investire in diamanti ha sempre suscitato un certo fascino, ma si tratta dell'investimento giusto nel 2017? Per scoprirlo abbiamo stilato per te tutti i pro e contro di questa scelta. Da un punto di vista finanziario l’investiment...
Quotazione oro: il valore continua a salire La quotazione oro è un valore da tenere sempre sotto controllo – stiamo parlando di uno dei beni rifugio più importanti – e, da ormai due anni, sta continuando a salire. Vediamo le opportunità di profitto. Valore oro oggi: l’incertezza del mercato La quotazione oro in queste settimane si aggira at...
Investimenti in metalli preziosi: i consigli per non sbagliare Gli investimenti in metalli preziosi rappresentano un punto di riferimento importante per chi ha intenzione di tutelare i propri risparmi facendo riferimento a beni rifugio, che conservano quindi il loro valore nel corso del tempo. Perché investire in metalli preziosi: ecco le informazioni principa...
Investire nell’oro non è più molto sicuro Oro da investimento: una chiave per la sicurezza L’oro è il bene rifugio più sicuro come investimento. Insensibile alla inflazione, l’oro resta l’investimento preferito dei risparmiatori bruciati dal mercato azionario che scende troppo veloce, le crisi finanziarie irrisolte. Tuttavia, solo la fisic...
Perché investire in oro? Pro e contro di questa scelta Perché investire in oro? Rispondere a questa domanda oggi è molto importante, in quanto con l’incertezza del mercato azionario è opportuno trovare diverse alternative d’investimento sicure e redditizie. Investimenti in oro: ecco perché convengono Chiedersi perché investire in oro significa partire...