Conto deposito o bot: il confronto

conto deposito o bot

Conti deposito e bot: i punti in comune

Conto deposito o bot: quale scegliere e perché. Al giorno d’oggi decidere come investire i propri risparmi è molto difficile. La responsabilità è da attribuire a un contesto letteralmente stravolto dalla politica ultra-espansiva della Bce che, se da un lato fa bene all’economia, dall’altro rischia di ridurre i margini di guadagno degli investitori.

Il problema è ancora più grave per coloro che intendono produrre profitti senza per questo rinunciare alla sicurezza. Assenza di rischio e rendimento sono due elementi molto difficili da associare attualmente. Eppure, due strumenti in particolare sembrano tenere botta. Conto deposito o bot, su cosa dovrebbe ricadere la scelta?

Conto deposito o bot: cosa sono

Il BOT, acronimo di Buono Ordinario del Tesoro, è un titolo di Stato venduto all’asta, la cui durata è pari o inferiore ai dodici mesi. La particolarità è che non rilascia cedole. Il conto deposito, invece, è una specie di conto corrente che, a fronte di una riduzione dell’operatività, offre un rendimento di gran lunga superiore.

Va detto che i conti deposito sono offerti in due tipologie, libero o vincolato, in base alla porzione di operatività di cui il depositante viene privato. La prima variante offre un rendimento minore della seconda.

I due prodotti hanno una caratteristica in comune: sono molto sicuri. Il conto deposito espone a rischi molto bassi perché, in fin dei conti, è solo una versione più elaborata e redditizia dei conti correnti. I BOT sono sicuri perché, almeno in questo periodo storico, l’Italia è considerata un debitore molto affidabile (a differenza di qualche anno fa). Certamente, alcune situazioni potrebbero compromettere questa solidità.

Nel caso dei conti deposito, un prelievo forzoso (è successo a Cipro qualche anni fa e in Italia a inizio anni novanta), ma prima dovrebbe passare per i conti corrente semplici. Nel secondo caso, se il contesto finanziario dovesse peggiorare e la speculazione abbattersi sull’Italia, i BOT potrebbero diventare molto rischiosi.

Conti deposito bot: le differenze

Conto deposito o bot: le differenze però sono molte. Conti depositi o bot? Basta guardare i rendimenti. A fronte dell’interesse lordo corrisposto per i conti depositi a un anno, che sono in assoluto più diffusi, di circa un punto e mezzo o due, i BOT rendono meno, molto di meno. Si parla nella migliore delle ipotesi di qualche decimale. E allora, perché i BOT hanno così tanto mercato?

Lo hanno per una caratteristica principale, che è poi il motivo per cui la scelta tra i due prodotti è così difficile. I BOT, a differenza dei conti depositi, possono essere venduti e acquistati, proprio come fossero un asset. Nello specifico, nel MOT, che è la piattaforma ufficiale per l’Italia.

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Conto deposito migliore: quali vantaggi offre e perché sceglierlo? Perché investire in conti deposito Con la crisi economica, sono molti i piccoli risparmiatori alla ricerca di una soluzione di investimento che consenta un ritorno economico sicuro. Tra queste figurano i conti deposito bancari che consentono di versare denaro con la possibilità di ritirarlo in qual...
Conti deposito confronto tra le proposte più convenienti Conti deposito confronto: le caratteristiche del prodotto finanziario Uno dei problemi che il mercato degli investimenti sta affrontando in questo periodo è il calo dei rendimenti. Molto semplicemente, investire in prodotti finanziari non è remunerativo come una volta. Si tratta di un fenomeno ampia...
Banca Marche conto deposito sicuro per investire i tuoi risparmi Con il conto deposito Banca Marche  è possibile investire i propri risparmi garantendoli fino a 100 mila euro dal Fondo di tutela dei depositi. Deposito Sicuro è uno dei prodotti finanziari proposti da Banca Marche, istituto di credito che opera nel territorio marchigiano ma che conta diverse fil...
Conti di deposito vincolati garantiti Cos’è un conto deposito vincolato I conti deposito si dividono in vincolati e svincolati. La principale differenza tra queste due tipologie sta nella libertà di poter ritirare le somme depositate senza incorrere in penali o penalizzazioni. Generalmente scelgono i conti vincolati i soggetti che deci...
Il Conto Corrente di Deposito, un investimento garantito I Conti Correnti di Deposito sono, al momento, l’investimento più sicuro disponibile sul mercato che presenta un tasso di interesse ragionevole che può arrivare al 2,50/3%. La comodità di gestire il conto direttamente online senza recarsi in banca lo rende molto flessibile e permette di “ritaglia...
Conti deposito migliori rendimenti Conto deposito rendimento annuo e garanzia sui depositi Il conto deposito è un contratto di deposito a risparmio libero attraverso il quale la banca, o società finanziaria, acquista la proprietà delle somme depositate che si occupa a custodire e per le quali si impegna a corrispondere gli interessi...
Conto deposito Arancio opinioni Conto deposito Arancio interessi: a quanto ammontano Con l’apertura di un conto deposito si hanno rendimenti contenuti ma tutte le garanzie e la flessibilità assicurati da un comune conto corrente. Allo stesso tempo il cliente fruisce di una gestione semplificata: sui depositi si maturano gli inter...