Investimenti accessori: cosa sono e perché sceglierli

quali investimenti fare nel 2018

Investimenti patrimoniali caratteristici e accessori: a cosa servono

Cosa sono gli investimenti accessori? Gli investimenti di natura patrimoniale di una impresa, di un ente o di una società possono essere caratteristici e accessori. I primi indicano quegli investimenti che vengono realizzati per sostenere o migliorare il processo produttivo, e che in un certo senso sono essenziali per la sopravvivenza stessa dell’impresa.

A questo punto è facile capire gli investimenti accessori cosa sono: tutto ciò che viene impegnato a fini di profitto, ma non riguarda “l’oggetto” dell’impresa.

Le attività che possono essere chiamate in causa sono numerose. Gli investimenti accessori possono essere divisi in tre categorie: durevoli, temporanei e finalizzati alla riduzione del rischio/aumento del rendimento.

Investimenti accessori durevoli, temporanei e finalizzati

I primi coinvolgono le grandi e piccole operazioni di acquisto di quote di capitale, integrazioni industriali e finanziarie. I secondi comprendono l’impiego delle disponibilità monetarie in eccesso in investimenti a breve termine. I terzi invece sono più articolati e si dividono a loro volta i tre categorie.

Le operazioni di prestito attivo, che sono erogati ad altre realtà produttive e possono a lungo termine o indiretti.

Le operazioni in titoli a reddito fisso. Di questa categoria fanno parte i titoli di Stato, la maggior parte delle tipologie di obbligazioni (emessi dal pubblico e dal privato). La remunerazione è periodica e predeterminata.

Molto banalmente, vengono rilasciate delle cedole. Le modalità di negoziazione possono essere a corso secco, in cui la quotazione corrisponde al valore del titolo; a corso “tel quel”, in cui la quotazione comprende anche gli interessi maturati dall’ultimo giorno di godimento; a corso ex cedola, nel caso in cui non ci fossero cedole in via di sviluppo.

Le operazioni in titoli a reddito variabile. A questa categoria appartengono invece quegli investimento che non danno certezza circa il rendimento e che, anzi, potrebbero persino risultare negativi e concretizzare delle perdite. Il classico esempio di operazione in titolo a reddito variabile sono le azioni, che tra le altre cose rappresentano un investimento temporaneo.

Investimenti patrimoniali accessori: alcuni esempi

La modalità di negoziazione tel quel può risultare complicata, quindi è bene procedere con un esempio. Poniamo un valore nominale di 100 euro, un corso secco di 86 euro, un tasso di interesse lordo del 5% e una data di godimento degli interessi al 1° febbraio e al 1° agosto. Ebbene, gli interessi maturati all’ultimo giorno di godimento sarebbero di 1,25 euro, per un importo erogato al venditore di 87,25 euro.

Se non è prevista la cedola, invece, il calcolo è più semplice. Ammettiamo un valore nominale di 100 euro e un valore di sottoscrizione di 88 euro, per la durata di un anno, con un tasso di interesse lordo del 5%. In questo caso l’importo riscosso alla scadenza sarà di 100 euro (88+12).

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Investimenti redditizi: guida alle proposte più convenienti Investimenti più redditizi: i consigli per i prudenti Il contesto creditizio è compromesso da una congiuntura internazionale non favorevole ma anche dalle politiche delle banche centrali, che stanno sacrificando i rendimenti sull’altare della ripresa economica. Ciò non toglie, però, che anche in un...
Dove investire in modo redditizio e sicuro? Le soluzioni presenti sul mercato Come trovare investimenti sicuri e redditizi Azioni, polizze finanziarie, fondi comuni di investimento e obbligazioni. Oggi più che mai è difficile scegliere il prodotto di investimento più adatto alle proprie esigenze, soprattutto se si è pochi inclini al rischio. Ma dove investire in modo redditi...
Come giocare in borsa online? Quali procedure seguire? Come giocare in borsa online: cosa significa fare trading online Con il termine trading indica la negoziazione e il commercio di beni tangibili o virtuali. Mentre fino a poco tempo fa il trading poteva essere condotto solo fisicamente presso le varie Borse, oggi con l’introduzione di apposite proce...
Come investire in Borsa da casa: guida al trading online Come investire in Borsa da casa facendo trading L’investimento in Borsa è un’operazione con cui si mira a ricavare un profitto dalla compravendita di azioni, titoli e altri prodotti finanziari. Un tipo di attività che per molti anni era affidata esclusivamente a Banche e professionisti della finanz...
Fondi monetari e a capitale protetto: quando sceglierli? Fondi monetari e a capitale protetto: cosa sono e quando sceglierli I fondi monetari, noti anche come fondi liquidità, sono una tipologia di fondo comune che prevede pochi rischi per gli investitori. Si tratta di prodotti caratterizzati da una grande liquidità, con un investimento del patrimonio in...
Investimento Capitale Garantito Cerchi un investimento con capitale garantito? Segui i consigli degli esperti e metti al sicuro il tuo capitale! Gli investimenti sicuri offrono i flussi di cassa degli investitori che gli permettono di far fronte con il valore del denaro nel tempo. Un euro vale meno liquido ora che ne valeva l...
Investire negli Etf: i vantaggi dei fondi Exchange traded Investire negli Etf: come funzionano i fondi Exchange traded Gli Etf (Exchange traded fund) sono fondi d’investimento con l’obiettivo di replicare l’andamento di un certo indice. Per questo, si dice che gli Eft sono caratterizzati da una strategia passiva. Ma come funzionano esattamente questi fond...