Investire con pochi soldi: i consigli da non perdere

Investire con pochi soldi è possibile? La risposta è affermativa. Le alternative al proposito sono diverse e chiamano in causa opzioni utili per chi vuole tutelare il capitale dall’innalzamento dei tassi e dall’incertezza dei mercati azionari.

Su cosa investire quando si hanno pochi soldi

Su cosa è meglio investire con pochi soldi? Tra le prime alternative da prendere in considerazione è possibile includere i conti deposito. Questi prodotti, molto richiesti per via della loro sicurezza, consentono di mettere al sicuro le proprie sostanze economiche tutelandole anche grazie al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che garantisce la tenuta di tutti i conti con giacenze fino a 100.000€.

Supponendo di investire 5.000€ e di vincolarli per 24 mesi è possibile fare riferimento a diverse alternative, come per esempio il conto di Banca Ifis, che permette di avvalersi di un guadagno netto di 147,87€.

Investire con somme contenute: i BTP e i buoni postali

Investire con pochi soldi non è affatto difficile. Come già ricordato esistono numerose opzioni che permettono di far fruttare i risparmi evitando tassazioni forti. Un esempio al proposito sono i BTP e i buoni postali, che consentono di avvalersi di tassi non altissimi, ma permettono di usufruire di una tassazione non eccessiva, pari al 12,50%.

Per quanto riguarda il caso specifico dei buoni postali è utile ricordare che l’acquisto dei buoni indicizzati all’inflazione italiana, che consentono di investire su cadenza decennale e di svincolare in qualsiasi momento il capitale.

Investire in oro: ecco cosa sapere

Un’altra opzione per chi vuole investire con pochi soldi riguarda gli acquisti di oro. In questo caso è possibile orientarsi soprattutto sulle monete a corso legale, ovviamente rivolgendosi a un esperto del campo onde evitare brutte sorprese.

Sempre con poche migliaia di euro è possibile acquistare dei lingotti di piccole dimensioni, che si configurano senza dubbio come investimenti più fruttiferi rispetto alle monete.

Investire in obbligazioni: ecco perché è vantaggioso

Quando si punta a investire con pochi soldi è importante considerare l’alternativa delle obbligazioni, che mettono il soggetto che le acquista davanti a un rischio minore rispetto a quello delle azioni, consentendo di guadagnare una cifra commisurata all’investimento fatto.

I piccoli risparmiatori possono concentrarsi anche sull’acquisto di diamanti, un investimento che chiama in causa un bene rifugio e che, soprattutto, è esentasse. Questo investimento deve essere effettuato ricordando di mettere in conto una lunga scadenza.

Quanto si può guadagnare? Tutto dipende dal capitale iniziale ma, in generale, ricordiamo che con investimenti iniziali compresi tra 1.000 e 5.000€ è possibile parlare di guadagni del 4,5% circa. Tra una banca e una società specializzata nel campo è consigliabile scegliere la seconda alternativa per comprare i diamanti, un prodotto che può fare al caso anche dei piccoli risparmiatori.

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Investimenti pubblici: gli interventi in programma nel 2016 Investimenti pubblici in Italia L’aumento del debito pubblico è strettamente collegato alla qualità degli investimenti pubblici. Secondo il riscontro di due analisi di ricerca, una condotta dal Fondo Monetario Internazionale e l’altra condotta dalla Banca Mondiale è emerso come la qualità degli inv...
Investimenti redditizi a breve termine: guida alla scelta Come trovare investimenti sicuri e redditizi a breve termine Come trovare investimenti redditizi a breve termine? Una domanda che interessa la maggior parte dei piccoli risparmiatori italiani. Con la crisi economica infatti la tendenza, soprattutto per chi non dispone di grandi somme, è quella di i...
Titoli di Stato: perché e quando acquistarli? Cosa sono i titoli di Stato italiani I titoli di Stato sono obbligazioni che il Ministero dell'Economia e delle Finanze emette periodicamente per conto dello Stato al fine di finanziare il debito pubblico. I diritti di credito incorporati nel titolo possono essere corrisposti mediante lo scarto di ...
Titoli di Stato tassazione 2015 Quali sono i criteri che regolano i titoli di stato tassazione? Vediamo le nuove regole entrate in vigore dal giugno 2014 e quindi l’effettiva convenienza di questa soluzione di investimento. Titoli Stato tassazione: come sono cambiate le cose dal giugno 2014? Le nuove regole introdotte il 30 giug...
Come investire i risparmi: le soluzioni più sicure Come investire i risparmi con sicurezza? La crisi economica degli ultimi anni ha impedito a molti di investire i risparmi di una vita, ma ad oggi a quali prodotti finanziari affidarci e come investire i risparmi in maniera sicura per proteggere il proprio denaro e farli crescere di valore? Sicur...
La coppia no-euro Borghi e Bagnai ha fatto salire lo spread, perchè? n questo breve articolo voglio parlarti dello spread, notizia che avuto rilevanza negli ultimi giorni poichè la cifra raggiunta dal nostro Paese è davvero molto elevata. Anche se on sei un sperto del mondo finanziaro di seguito ti spiegherò in modo chiaro e preciso cosa si intende quando parliamo di...
Titoli di stato Btp cosa sono? Titoli di stato: cosa sono i Btp I Titoli di Stato ricoprono un ruolo di primo piano nel sistema finanziario, sia per chi li emette che per gli acquirenti. A emetterli è il Tesoro, che in questo modo riesce a finanziare la spesa pubblica e a mantenere in vita la macchina amministrativa, pagare gli ...