Investire piccole somme online: i consigli per chi inizia

Investire piccole somme online

Investire piccole somme online è la scelta che fanno moltissime persone che iniziano a muovere i primi passi nel trading. L’idea che per approcciarsi a questo ambito sia necessario mettere in campo fin da subito somme consistenti è infatti una leggenda metropolitana.

Iniziare a fare trading: ecco cosa sapere per non sbagliare

Investire piccole somme online è quindi possibile, ma è bene procedere seguendo alcuni semplici consigli tecnici. Il più importante consiste nel puntare su un broker online che richieda un deposito minimo contenuto.

In generale si possono trovare portali che, a chi vuole iniziare a fare trading senza spendere troppo, richiedono un deposito compreso tra i 100 e i 500€.

Attenzione alle commissioni: ecco a cosa servono e a quanto ammontano

Un altro consiglio tecnico per chi vuole investire piccole somme online consiste nel fare attenzione alle commissioni applicate dai broker.

Queste voci di spesa rappresentano infatti un aspetto rilevante per chi inizia a fare trading e deve ricordare che i broker, in generale, applicano costi sia quando si acquista, sia quando si vende. Da non dimenticare è che si tratta sempre di cifre che si aggirano attorno ai pochi centesimi, motivo per cui nella maggior parte dei casi non c’è bisogno di preoccuparsi più di tanto.

Investire in Borsa: ecco come muoversi

Investire piccole somme online non significa solo puntare al mercato delle valute, ma anche scegliere l’universo della Borsa. Sono infatti tantissimi i risparmiatori che, con l’ovvia guida di un professionista esperto, scelgono di comprare piccoli pacchetti di azioni con la speranza di far fruttare i propri risparmi.

Anche in questo caso è bene agire per gradi e iniziare a studiare cosa offre il mercato. Se si è alle prime armi con gli investimenti in Borsa è necessario avere le idee chiare sulla differenza tra azioni e CFD. Qual è? Nel primo caso si possiedono direttamente le quote di una società, mentre nel secondo si trae unicamente vantaggio dalle variazioni della quotazione del titolo.

Chi investe in Borsa online fa riferimento soprattutto ai CFD, soprattutto perché possono essere acquistati con estrema rapidità e semplicità.

I vantaggi dei CFD: ecco quali sono

Investire piccole somme online significa approfondire ulteriormente i vantaggi dei CFD (Contracts for Differences).

Come è chiaro dal nome stesso, questi strumenti permettono, senza la succitata comproprietà societaria, di basare gli scambi sulla differenza di valore di un titolo tenendo conto del prezzo in apertura e di quello in chiusura.

Questo porta a un meccanismo molto basilare, che prevede il fatto di acquistare quando si pensa che un titolo possa andare al rialzo e di rivendere se, invece, si pensa che il suddetto sia vicino a un ribasso. Con i CFD è possibile aprire una posizione e farla durare da pochi secondi a diversi giorni.

Nonostante questa semplicità, se si è alle prime armi è consigliabile aprire un conto demo gratuito sul broker scelto.

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Investimenti bancari sicuri 2016: guida per il consumatore Investimenti bancari: le insidie di un mercato depresso Investimenti bancari sicuri 2016: come guadagnare senza correre rischi? Da quando la crisi economica ha iniziato a sferzare i mercati reali e finanziari, sicurezza e rendimenti hanno preso due strade diverse. Sembra che oggi la scelta sia tra ...
Dove Investire Oggi: perché non pensare agli investimenti di lusso? Stando al Knight Frank Luxury Investment Index gli investitori attualmente preferiscono impegnare il proprio denaro nei gioielli. Infatti si registra un +4% dei prezzi dei preziosi a scapito invece delle auto d'epoca, che scivolano al sesto posto con prezzi medi che registrano solo un +2%. Dove Inv...
I fondi di investimento ETF: cosa sono e come funzionano ETF è l’acronimo di Exchange Traded Funds, con cui si indicano una specifica tipologia di fondi d’investimento. Molto richiesti in borsa e soprattutto nel trading online, gli ETF, fanno parte degli ETP, Exchange Traded Products, cioè la macro famiglia di prodotti ad indice quotati. Si caratterizz...
Investimenti lordi e netti: in che cosa consistono Differenze investimenti lordi e investimenti netti: la questione dell’obsolescenza Quali sono le differenze tra investimenti lordi e netti? Gli investimenti rappresentano una risorsa imprescindibile per le imprese, che in questo modo possono aumentare i propri utili. La questione è piuttosto com...
Conto Corrente Remunerato: interessi e servizi disponibili su un unico prodotto finanziari... Solitamente per i risparmi lasciati in giacenza sul conto corrente non sono previsti dei rendimenti. Tuttavia visto che le soluzioni di investimento più remunerative non sono alla portata di tutti, a causa del rischio e del vincolo, banche e finanziarie hanno cominciato a proporre dei conti correnti...
Certificates: cosa devi sapere su questi strumenti di investimento I Certificates, definizione che si utilizza per inquadrare i certificati d’investimento, sono strumenti la cui emissione è a cura di un market maker, che può essere un istituto di credito. Certificati d’investimento: consigli per gestirli al meglio I Certificates, a prescindere dal market maker ch...
Dove Investire nel 2017? Suggerimenti e Consigli Utili Come fare investimenti sicuri con i risparmi senza correre rischi? Qual è il migliore investimento oggi ? Quali sono le migliori azioni del 2017? Dove Investire nel 2017? Cosa è meglio acquistare? ETF, Fondi Comuni di investimento o un altro tipo di strumento finanziario? Le domande potrebbero co...