Investire titoli Stato esteri: ecco come procedere

Investire titoli Stato esteri

La scelta di investire titoli Stato esteri riguarda molte persone che cercano alternative all’incertezza del mercato azionario.

I titoli di Stato italiani non rendono infatti più come una volta e i conti deposito, seppur molto sicuri soprattutto se con giacenze inferiori a 100.000€, sono caratterizzati da un’imposizione fiscale non indifferente.

Titoli di Stato: in quali Paesi investire

Chi sceglie di investire titoli Stato esteri si chiede ovviamente su quali Paesi è meglio investire. Prima di entrare nel vivo delle opzioni migliori ricordiamo che, in generale, chi si orienta verso questi strumenti d’investimento è una persona con poca propensione al rischio.

Questo si può dire per il semplice fatto che, nella maggior parte dei casi, gli Stati sono debitori solventi, fatta eccezione per problemi legati alla stabilità politica. Tutto ciò implica una cernita preliminare degli Stati caratterizzati da una maggior stabilità istituzionale, che possono essere validi punti di riferimento per iniziare a investire in obbligazioni estere.

White List: ecco i Paesi con i titoli meno tassati

Un altro aspetto che val la pena considerare quando si opta per investire titoli Stato esteri è la tassazione. Con l’approvazione del Decreto Renzi l’imposizione fiscale sulle rendite finanziarie è cresciuta di sei punti percentuali, passando dal 20 al 26%.

Ciò vuol dire che è opportuno concentrarsi sui Paesi inclusi nella White List, ossia quegli Stati che continuano ad applicare ai titoli di Stato una tassazione decisamente più contenuta, pari cioè al 12,50%. Nel novero dei Paesi in questione è possibile includere Stati come Albania, Algeria, Armenia, Belgio, Bielorussia, Brasile e Bulgaria.

Ricordiamo inoltre che le rendite finanziarie devono essere incluse nel modello 730.

Titoli esteri: facciamo qualche esempio

Avere un panorama tecnico completo se si vuole investire titoli Stato esteri è difficile, motivo per cui è utile appellarsi ad alcuni esempi specifici.

Tra questi è possibile citare le obbligazioni emesse dalla Repubblica del Venezuela, che ha recentemente emesso obbligazioni con un taglio di acquisto minimo pari circa 700€.

Questi titoli, caratterizzati da un tasso del 13%, scadono il 15 agosto 2018 e la capitalizzazione degli interessi è semestrale. Senza dubbio il tasso è degno di interesse, ma il Paese, in piena crisi politica, non è da considerare uno dei migliori per quanto riguarda le garanzie di stabilità.

Investire nelle obbligazioni di Paesi emergenti: ecco perché conviene

L’ultimo punto da sviscerare per capire come investire titoli Stato esteri al meglio riguarda gli investimenti in obbligazioni di Paesi emergenti come Brasile e Indonesia.

Se fino a qualche tempo fa l’attenzione degli investitori era rivolta ad altri prodotti, oggi la convenienza è tornata a crescere per svariati motivi, che comprendono per esempio l’arresto della corsa del dollaro, che fa solo bene alle congiunture economiche di Stati che basano molti dei loro profitti sull’esportazione di materie prime.

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Tassazione rendite finanziarie: cosa sapere per orientarsi al meglio La tassazione rendite finanziarie è un aspetto che vale la pena approfondire, in quanto legato ad alternative d’investimento che, considerando la poca sicurezza del mercato azionario, possono configurarsi come più vantaggiose. Tassazione conti deposito: informazioni per non sbagliare Il nodo della...
Investire in obbligazioni paesi emergenti Quando conviene investire in obbligazioni paesi emergenti Il mercato dei bond esteri è tra i più interessanti per le possibilità di guadagno, ma il desiderio di accedere a obbligazioni con cedole molto vantaggiose non deve certo farci perdere di vista i parametri da tenere in considerazione per val...
Investimenti redditizi a breve termine: guida alla scelta Come trovare investimenti sicuri e redditizi a breve termine Come trovare investimenti redditizi a breve termine? Una domanda che interessa la maggior parte dei piccoli risparmiatori italiani. Con la crisi economica infatti la tendenza, soprattutto per chi non dispone di grandi somme, è quella di i...
Come investire senza rischiare il capitale: la guida Oggi è molto importante sapere come investire senza rischiare il capitale, dal momento che gli investimenti azionari non sono più sicuri come un tempo ed è per questo ancora più rilevante diversificare il portafoglio. Investire senza rischiare: BTP e buoni postali Quando si tratta di capire come i...
Investimenti del momento: le scelte migliori del 2015 Quali sono gli investimenti del momento? Questa domanda è sulla bocca di tantissime persone intenzionate a puntare su titoli di credito emessi da diverse realtà aziendali o istituzionali, ovviamente minimizzando i rischi. Migliori investimenti del momento: i consigli per non sbagliare Dare una ris...
Titoli di Stato: perché e quando acquistarli? Cosa sono i titoli di Stato italiani I titoli di Stato sono obbligazioni che il Ministero dell'Economia e delle Finanze emette periodicamente per conto dello Stato al fine di finanziare il debito pubblico. I diritti di credito incorporati nel titolo possono essere corrisposti mediante lo scarto di ...
Investire soldi in modo sicuro: le strategie vincenti Come investire soldi: guida per gli investimenti sicuri La crisi economica degli ultimi anni non ha incentivato sicuramente i cittadini ad investire i risparmi di una vita ma ad oggi come investire i soldi in modo sicuro? Ma soprattutto come proteggere o far crescere il valore del denaro tramite in...