Tassazione rendite finanziarie: cosa sapere per orientarsi al meglio

fondi monetari e a capitale protetto

La tassazione rendite finanziarie è un aspetto che vale la pena approfondire, in quanto legato ad alternative d’investimento che, considerando la poca sicurezza del mercato azionario, possono configurarsi come più vantaggiose.

Tassazione conti deposito: informazioni per non sbagliare

Il nodo della tassazione rendite finanziarie riguarda soprattutto i conti deposito prodotti che, da quando è scoppiata la crisi, si configurano come un’opzione molto vantaggiosa per tutelare i propri risparmi dall’innalzamento dei tassi e dall’incertezza del mercato azionario.

Questi pro devono essere confrontati con una tassazione molto alta, pari al 26% sui rendimenti. Le cose in merito sono cambiate in seguito all’approvazione del Decreto Renzi, che ha innalzato l’aliquota di sei punti percentuali, portandola all’attuale 26% da un 20 iniziale.

Imposta di bollo conti deposito: a quanto ammonta?

La tassazione rendite finanziarie è solo una parte del trattamento fiscale dei depositi, che sono soggetti anche a un’imposta di bollo. In questo caso, dopo l’abolizione dell’imposta fissa di 34,20€ valida per giacenze superiori ai 17.000€, si parla di un’imposta di bollo della misura dello 0,20% della giacenza. Per i piccoli risparmiatori, ossia quelli che tengono sul conto deposito una quota inferiore ai 5.000€, si può parlare di una no tax area.

Tassazione buoni postali e titoli di Stato: tutte le specifiche

La tassazione rendite finanziarie prevede anche la considerazione dei buoi postali e dei titoli di Stato, che rappresentano un’opzione di investimento molto vantaggiosa per via della solidità dei soggetti emettitori.

In questi casi è bene sottolineare che i rendimenti non sono alti, ma che la tassazione, pari al 12,50% delle rendite, è decisamente più bassa rispetto a quella dei conti deposito e dei conti correnti. Gli interessati a questa tipologia di investimenti devono ricordare che per muoversi mettendo in primo piano la convenienza è consigliabile optare per i buoni postali indicizzati all’inflazione italiana, che permettono di armonizzare i risparmi con i cambiamenti del costo della vita.

Fondi pensione: cosa sapere sul trattamento fiscale

L’ultimo aspetto da approfondire in merito a tassazione rendite finanziarie riguarda il trattamento fiscale dei fondi pensione. Cosa sapere in merito? Che, in caso di fondi pensione che agiscono tramite investimenti in Oicr (Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio), la tassazione è pari al 12,50%, in quanto si tratta di titoli di Stato (alcuni fondi pensione si configurano come dei prodotti azionari a tutti gli effetti).

Tra i vantaggi della sottoscrizione di un fondo pensione, che può essere aperto, chiuso o basato su un piano personalizzato, è possibile ricordare la possibilità di detrarre dall’Irpef 5.164€ annui a prescindere dalla tipologia di fondo scelta.

Concludiamo ricordando che per ciascun periodo d’imposta è presente anche un’imposta sostitutiva del 20% applicata sul rendimento netto. Sui contributi versati viene inoltre applicata una tassazione agevolata del 15%.

Guide e Consigli per Investimenti sicuri

Come posso far fruttare i miei risparmi? Le soluzioni Come posso far fruttare i miei risparmi? Sono sempre di più le persone che si pongono questa domanda, considerando soprattutto i recenti crolli in Borsa e la necessità di trovare alternative di investimento diverse dal mercato azionario. Investire i risparmi: ecco le principali alternative al merca...
Titoli di Stato: perché e quando acquistarli? Cosa sono i titoli di Stato italiani I titoli di Stato sono obbligazioni che il Ministero dell'Economia e delle Finanze emette periodicamente per conto dello Stato al fine di finanziare il debito pubblico. I diritti di credito incorporati nel titolo possono essere corrisposti mediante lo scarto di ...
Investire oggi in BTP conviene? Pro e contro dei Buoni del Tesoro Perché investire oggi BTP Italia I BTP (Buoni del Tesoro Poliennali) sono una forma di investimento da sempre considerata sicura, che attira molti risparmiatori italiani. Non sempre però i BTP si rivelano una forma di investimento redditizia. Ma investire oggi in BTP conviene? Quanti hanno segui...
Come investire sicuro nel 2016: gli ambiti di investimento Quando ci si chiede come investire sicuro si pensa non solo a far crescere i propri risparmi, ma anche a fare in modo che vengano tutelati dall’innalzamento dei tassi. Per questo motivo può essere utile affidarsi ad alternative a breve termine, come per esempio i conti deposito. Come investire s...
Investire con pochi soldi: i consigli da non perdere Investire con pochi soldi è possibile? La risposta è affermativa. Le alternative al proposito sono diverse e chiamano in causa opzioni utili per chi vuole tutelare il capitale dall’innalzamento dei tassi e dall’incertezza dei mercati azionari. Su cosa investire quando si hanno pochi soldi Su cosa ...
Come investire i risparmi: le soluzioni più sicure Come investire i risparmi con sicurezza? La crisi economica degli ultimi anni ha impedito a molti di investire i risparmi di una vita, ma ad oggi a quali prodotti finanziari affidarci e come investire i risparmi in maniera sicura per proteggere il proprio denaro e farli crescere di valore? Sicur...
Come investire senza rischiare il capitale: la guida Oggi è molto importante sapere come investire senza rischiare il capitale, dal momento che gli investimenti azionari non sono più sicuri come un tempo ed è per questo ancora più rilevante diversificare il portafoglio. Investire senza rischiare: BTP e buoni postali Quando si tratta di capire come i...